Senza Categoria

L’inizio del virus e della nostra fine

02/06/21

Oggi sono entrato in possesso di una corrispondenza mail di diversi personaggi “chiave” della vicenda che trasforma il mondo imperfetto che conoscevamo in una perfetta distopia orwelliana.

Nel mentre le eccelse menti che lavorano incessantemente a tenere nell’ombra il senso critico e l’intelligenza delle masse hanno preso a proiettarci in un nuovo frame per distrarre gli allocchi, siamo tutti entrati ufficialmente nella narrazione degli extra-terrestri che, fino a poco fa, a parlarne ti internavano come pazzo e terrapiattista.

Io sono dell’opinione di Margherita Hack sulla questione, una opinione come sempre piuttosto “materialista“, lei diceva che qualora non esistessero allora sarebbe stato “uno spreco di Spazio“, ma questo non rileva, quello che rileva, ad un occhio attento, è che il cambio di registro è sempre, si noti, repentino e coordinato.

CONTINUA SUL MIO BLOG >>>