Riflessioni

Annuit cœptis

martedì 12/05/20

Si ipotizza una proroga dello Stato di Emergenza fino al mese di Gennaio 2021.

Al netto di ogni speculazione e argomentazione, ci troviamo nel crepuscolo dell’umanità ― ancora ne abbiamo qualche parvenza residua ― dopo del quale o risaliremo o vivremo, in pochissimi, da schiavi in ​​un lager tecnologico.

Chi non ha compreso questa banale verità è parte de “il problema dell’ora presente” cit.

Aver perso la nostra umanità, senza dover scavalcare cadaveri putrescenti agli angoli delle strade, è qualcosa di inconcepibile per gli esseri umani che abbiamo il dovere di continuare ad essere.

Il conflitto lo hanno introiettato nelle nostre anime, ci hanno insegnato che il contatto umano è sbagliato, che volersi bene significa allontanarsi, che i baci devono avere il sapore di disinfettante e che le cure devono essere protette dalla plastica.

Io, che odio pure fare l’amore col preservativo, dovrei indossare un guanto di silicone per chirurgia anche solo per stringere una mano. Io dovrei usare una mascherina ― inefficace contro il virus, addirittura controproducente ― anche all’aperto, soltanto per adempiere ad un rituale di obbedienza alla pseudoscienza, una religione propagandata dall’allergologo Burioni e da altri finti santoni smentiti da ogni statistica, oltre che da ogni logica.

La derivadegli adepti de Lascienza, nuovo culto sacerdotale dei falsi profeti, ha assunto dei tratti grotteschi: folle che anelano al sacrificio tramite un vaccino inutile, inefficace, sicuramente dannoso, prematuramente offerto come soluzione per una pandemia misera e non letale ― è ormai giunto il momento di ostentare marcatamente tali posizioni eretiche ― è il massimo sacrificio che un fervente discepolo possa offrire, portando la vita di se stesso e dei propri cari in dono all’altare del nuovo, quanto arcano, culto.

Fustigatori zelanti si arrogano diritto di vita e di morte sui miscredenti. La nuova inquisizione usa sistemi come il TSO e altri provvedimenti restrittivi, giustificati da pretestuose motivazioni sanitarie offerte loro premurosamente da Lascienza, divinità dello scientismo.

Essi si adoperano per allestire moderne pire funzionali alla “purificazione” degli eretici, gli inferiori, indegni di assurgere al rango di “rispettosi“, loro, schifosi untori di una malattia che predispone il genere umano all’estinzione… dicono.

Il delatore, celato eppur latente in ogni individuo, viene attivato da questo sacro fuoco di giustizia che arde nell’animo di ogni buon credente.
Egli è pronto ad operare per reprimere e sconfiggere l’ignorante e deleterio nemico de Lascienza, come quell’ignorante che si ostina ad aspettare la morte per dichiararsi morto e non accetta né il cilicio né l’auto-fustigazione ritenendola inutile e controproducente, esemplare nemico di questo, come quell’ignorante che si ostina ad aspettare la morte per dichiararsi morto e non accetta né il cilicio né l’auto-fustigazione ritenendola inutile e controproducente, esemplare nemico di questo Novo Ordo Seclorum.

La sbirraglia intanto esegue gli ordini di vergognosi sceriffi e di fasulle autorità politiche usurpatrici, anziché le leggi, le quali sole possono giustificare il loro potere di controllo e di repressione.
Questa è l’unica discriminante fra l’aberrante stato di polizia attuale e la democrazia che in teoria dovrebbe ancora vigere.

l'Arcangelo Michele - Luca Giordano
l’Arcangelo Michele – Luca Giordano

La loro violenza repressiva, che fa leva sul lato sadico del credente fanatico, sta raggiungendo dei livelli strepitosi, speculari al masochismo dei credenti che si offrono in sacrificio.
Operazioni con mezzi navali e aerei per sgominare pericolosi gruppetti di ciclisti, runner, o magari adunate sediziose di pensionati sulle panchine, sono state promosse a gesta eroiche dei tutori dell’ordine, gli stessi che hanno sempre preso calci nel culo da nigeriani o magrebini per i più banali controlli.

Ho spesso definito questo sistema come fascista, comunista, nazi (onasociali) sta, generalmente totalitarista. Sono tutti sinonimi, ma forse è errato, si tratta di una teocrazia nera che persegue scopi diabolici e inenarrabili.

Io voglio morire da uomo libero, meglio ancora fino alla mia morte, che non mi auguro dietro l’angolo, voglio vivere da uomo libero.

Da ateo invoco l’Arcangelo Michele , l’Angelo della Morte, l’Angelo Sterminatore (in copertina un frame dal film di Luis Buñuel), l’Angelo Distruttore che venga per condurre le anime nella luce santa e per sterminare questi demoni che usano queste false religioni contro di noi.

Mala tempora currunt .

Libro "La Comodità"
illustrazioni Federica Macera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *